Cerca nel blog

giovedì 31 gennaio 2008

Sfrangiata

Ho fatto una pazzia (come se non ne facessi già abbastanza)... stamattina ho preso le forbici e ho tagliato inesorabilmente la mia frangia... sono fuori di testa.... anzi fuori di frangia... xké l'ho tagliata molto corta e non mi piace!!!

Gli altri dicono che non è male ma ancora non riesco a vedermi bene... se mi convinco vi posto alcune foto!

OnNeChangePas

On ne change pas
On met juste les costumes d'autres sur soi
On ne change pas
Une veste ne cache qu'un peu de ce qu'on voit
On ne grandit pas
On pousse un peu, tout juste
Le temps d'un rêve, d'un songe
Et les toucher du doigt
Mais
on n'oublie pas
L'enfant qui reste
, presque nu
Les instants d'innocence
Quand on ne savait pas
On ne change pas
On attrape des airs et des poses de combat
On ne change pas
On se donne le change,
on croit
Que l'on fait des choix
Mais si tu grattes là
Tout près de l'apparence tremble
Un petit qui nous ressemble

On sait bien qu'il est là
On l'entend parfois
Sa rengaine insolente
Qui s'entête et qui répète
Oh ne me quitte pas
On n'oublie jamais
On a toujours un geste
Qui trahit qui l'on est

Un prince, un valet
Sous la couronne un regard
Une arrogance, un trait
D'un prince ou d'un valet
Je sais tellement ça
J'ai copié des images
Et des rêves que j'avais
Tous ces milliers de rêves
Mais si près de moi
Une petite fille maigre
Marche à Charlemagne, inquiète
Et me parle tout bas
On ne change pas, on met juste
Les costumes d'autres et voilà
On ne change pas, on ne cache
Qu'un instant de soi
Une petite fille
Ingrate et solitaire marche
Et rêve dans les neiges
En oubliant le froid
Si je la maquille
Elle disparaît un peu,
Le temps de me regarder faire
Et se moquer de moi
Une petite fille
Une toute petite fille

giovedì 24 gennaio 2008

Zazounette en clip

Quanto mi piace il nuovo video di Zazie, la canzone già è mooolto particolare... poi le immagini la rendono ancora + speciale... difficile di questi tempi trovare video di qualità. Brava Zazie!

Vi presento la mia nuova stanzetta di 15mq




mercoledì 23 gennaio 2008

2000

Il numero delle visite del mio blog è arrivato a quota duemila dopo nemmeno un anno. Incredibile... per alcuni potrebbero sembrare poche duemila visite, ma per me sono tantissime, soprattutto per un blog come il mio che dice tutto e niente (e sei tutto e sei niente... e sei niente e sei tutto), che non racconta una storia ma i mille (anzi duemila) volti del mio io attraverso musica, parole, immagini e delirii vari.

(a questo punto un commento della Sgricia è d'obbligo!)

Paris


Parigi è solo un sogno, Gabriel è solo un'ombra, Zazie il sogno di un’ombra (o di un incubo) e tutta questa storia il sogno di un sogno, l'ombra di un’ombra, poco più di un delirio scritto a macchina da un romanziere idiota.

...Con tutto il rispetto per Queneau, Parigi non sarà solo un sogno questo finesettimana...


Affaire à suivre...

venerdì 18 gennaio 2008

E domani Lione...


Anche domani la sveglia suonerà presto... per la serie non-voglio-rilassarmi-neanche-il-finesettimana.
Prendo il treno x Lione e vado a trovare i miei cugini che abitano lì, starò tutto il finesettimana da loro xké mi hanno invitato a vedere sabato sera uno spettacolo di teatro d'improvvisazione... Sono troppo alternativi questi miei cugini francesi: tipo che vanno in Africa a fare volontariato o a farsi la vacanza equosolidale in Indonesia vivendo nelle catapecchie... io sono girovaga sì ma loro mi battono alla grande in quanto a girovagare.
Cmq domani girovagherò x le vie della VilleLumière che tanto mi piacciono. Adoro Lione, un po' meno i lionesi d'hoc...
Forse domenica rivedrò anche Luciano (amico di avventure musicali in terra francese) e Marilena (la mia coinquilina-erasmus di Lille che fa l'assistente a Lione).
Adesso hop a nanna xké come vi dicevo la sveglia suonerà presto.

ps. ogni riferimento al piccolo principe non è puramente casuale visto che Lione è la città di Antoine de St-Exupéry

mercoledì 16 gennaio 2008

EnFranCe













E' troppo strano ritornare a St-Etienne. Stessa città, stessi luoghi, stesso freddo, stesso lavoro ma casa diversa, scuole diverse, facce diverse.

A parte qualche inconveniente del primo giorno, tutto va bene per quanto riguarda il lavoro e per quanto riguarda la vita sociale (non meno importante), grazie a Griselda, un'amica boliviana dell'anno scorso, non mi sono sentita nemmeno un attimo sola (escludendo il giorno d'arrivo), il weekend è passato tra un pranzo a casa di amici francesi, un compleanno e una cena messicana e ieri siamo andati a ballare salsa. Praticamente sto con gente tutta sud-americana o francese (x il momento nessun italiano/a) quindi ascolto e parlicchio anche un po' di spagnolo.

Inoltre volevo farvi partecipi di una fantastica novità x i miei polmoni: dal 1 gennaio in Francia non si fuma + nei locali pubblici! Finalmente i francesi sono diventati civili come gli italiani! ^_^ Ma forse di + perché in tutti i locali che ho visto finora ci sono salette per i fumatori costruite appositamente per la legge che l'anno scorso non c'erano. Per cui per entrare in un locale non si deve passare attraverso la coltre di fumo che ostruisce l'ingresso di ogni ristorante o pub italiano.

Come sempre vive la France!

lunedì 7 gennaio 2008

Sono guarita!

Finalmente! (Si spera) Anche se continuo a imbottirmi di antibiotici perché non si sa mai vista l'odissea che mi aspetta.
Quindi dopo 4 giorni apatici passati tra ozio, letto, pc e silicosi (quest'ultima attività la capiranno solo in pochi ^_^) mi devo riattivare un po' xké devo compattare in una valigiona -la solita e l'unica compagna di tutti i miei viaggi da quando sono andata in Tunisia nel lontano 2001- tutto il necessario per 5 mesi... perché non so se ritornerò prima alla base.
Probabilmente questo sarà l'ultimo post dall'Italia. Il prossimo ve lo scrivo in terra française.

domenica 6 gennaio 2008

je t'aime (mélancolie)
















Quand tout est grisLa peine est mon amieUn long suicide acideJe t'aime mélancolieSentiment quiMe mène à l'infiniMélange du pire, de mon désir,Je t'aime mélancolie
Quand tout est grisLa peine est mon amieJ'ai l'âme humide aussiTout mon être chavireOh viens je t'en prieC'est ton amie aussiC'est l'élixir de mes déliresJe t'aime mélancolie

venerdì 4 gennaio 2008

A letto con..... la febbre!!!


C'è un paese con l'epidemia, siamo tutti a letto con febbre, influenza, dolori e quant'altro possa rendere poco piacevole la fine delle vacanze.

Anch'io l'ho beccata... tutta colpa degli auguri o forse tutta colpa dello stress degli ultimi giorni... a un certo punto il mio corpo mi ha voluto dire: STOP, FERMATI, STAI UN PO' A CASA.

Ed eccomi qui, con il mercurio che oscilla da 38,5 a 37,5 e che non vuole ritornare alla base del sospirato 36.

Cmq sia sono state delle belle vacanze... mi ha fatto proprio bene tornare a casa e rivedere tutti quanti... stavolta (sarà a febbre, sarà la malinconia del momento, sarà il fatto che sono stata proprio bene...saranno altre situazioni inconsapevoli...) ma per la prima volta mi duole un po' partire... eppure devo!

Ho già prenotato il volo: l'8 gennaio sarò a Roma in serata e il 9 mattina prenderò l'aereo per Lione, per quelli che non lo sanno ancora... mi stabilirò ancora una volta nel capoluogo della Loira: St Etienne. E insegnerò ancora una volta italiano. La novità? Questa volta si tratta di due licei. Chissà come andrà a finire...

L'ignoto mi aspetta... io cmq vorrei che aspettasse un po' più a lungo...